Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2016

Un'olivoteca per l'Italia

Immagine
Ho trovato sulla rassegna stampa di Agronotizie quest'articolo, datato 2009, di Francesca Bilancieri che parla di un mio progetto "Olivoteca d'Italia", che, se realizzato nel Molise o in ogni altra Regione, serve all'olivicoltura italiana e ai territori che più la esprimono, tanto più oggi che si è trovato l'accordo per un Piano Olivicolo nazionale. Il progetto da me pensato è stato ragionato con  il compianto presidente della CIA, Giuseppe Politi, e con il Presidente dell'Associazione Nazionale delle Città dell'Olio, Enrico Lupi. E' Politi che ha scelto il nome "Olivoteca d'Italia". Non ho perso la speranza di vederlo realizzato - con il Mipaaf, una Regione olivicola, l'Associazione delle Città dell'Olio, la Cia e altre associazioni - in un luogo magico di questo nostro stupendo Paese. L'Olivoteca d'Italia, il luogo d'incontro con il più ricco patrimonio al mondo di biodiversità. (pdl) All'insegna della biodi…

Sì al piano strategico nazionale per sostenere la crescita del biologico

Immagine
importante per un Molise tutto biologico e per un'agricoltura che ha bisogno di rialzarsi e tornare a riprendere quel suo ruolo di centralità, soprattutto nella Regione a più alta percentuale agricola e ruralità. C'è bisogno di progettare e programmare questo tipo di agricoltura anche per una programmazione del turismo con un territorio ancora capace di esprimere la qualità del cibo che dà.  (pdl)

 da ITALIAATAVOLA                 ALIMENTI > TENDENZE E MERCATO Primo Piano del 25 marzo 2016 10:42
Il piano strategico nazionale approvato in conferenza Stato Regioni prevede una serie di misure di sostegno per l'agricoltura bio attraverso specifiche campagne di informazione, la semplificazione delle normative, l’istituzione di percorsi formativi ad hoc, un piano di ricerca e il controllo delle importazioni
Il ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf) rende noto che è stato approvato in conferenza Stato Regioni il piano strategico nazionale del biolog…

La potatura a La Casa del Vento

Immagine
La potatura è arte quando viene fatta bene.
E' una delle operazioni fra le più importanti di una corretta gestione dell'oliveto. Da essa dipende gran parte della bontà del raccolto.
Non a caso la scelta di campioni
come Antonio Di Lena e dei figli Pasquale e Alessandro 




Pensierini di Pasqua

di Nicola Picchione
La resurrezione di Gesù è il fondamento della fede cristiana. L'Uomo-Dio ucciso dall'uomo rinascendo ha aperto all'uomo le porte del Paradiso. Per chi non crede, Cristo è il grande maestro che ha indicato la strada della convivenza. Insegnò come cambiare il mondo senza armi. Non ebbe corone se non quella di spine. Prima di lui Socrate aveva accettato la morte ma per rispetto delle leggi anche se ingiuste. Gesù l'accettò per rispetto degli uomini. Socrate... parlava alla mente, Gesù al cuore dell'uomo, ai rapporti con gli altri. Ma Gesù non parlava solo agli intellettuali, parlava a tutti; prediligeva gli umili, gli oppressi, i più deboli. Chi lo ritiene il primo socialista sbaglia. Il socialismo ( del quale il comunismo è stata una tragica caricatura) parte dai diritti elementari che spettano a tutti. Gesù parte dall'amore. Non prendere ma dare. In suo nome è nata una religione che nel tempo è andata perdendo l'insegnamento del Maestro,…

“Gran Menzione” per L’Olio di Flora Biologico de La Casa del Vento di Larino

Immagine
La "Gran Menzione! è’ il riconoscimento massimo che il Concorso “L’Orciolo d’Oro”, promosso da Enohobby Club dei Colli Malatestiani e giunto alla 25a edizione, assegna agli oli di oliva extravergini, anche Dop e biologici. L’Olio di Flora è tra gli oli biologici premiati da uno dei concorsi più longevi ed è l’unico a rappresentare il Molise, sia per quelli riconosciuti con la “Gran menzione” che per gli altri riconosciuti degni di “Distinzione”. “Un riconoscimento – ha detto Flora de La Casa del Vento sul Monte esprimendo la sua soddisfazione – che arriva pochi giorni dopo l’altra bella notizia, quella del suo inserimento nella Rassegna degli Oli Monovarietali, la pubblicazione dell’Assam Marche riservata agli oli con un punteggio da 7 a 10. Una vittoria del territorio e della varietà “Gentile di Larino”.
Sono veramente contenta - ha proseguito Flora – di questo riconoscimento “L’Orciolo d’Oro”, un premio al quale L’Olio di Flora è affezionato al pari della ““Goccia d’Oro” e del “

San Giuseppe oltre la Festa del Papà, le tradizioni della nostra storia contadina

Immagine
Un'antica tradizione molisana ci porta alle radici del Cristianesimo. Una festa legata al cibo e all’olio che sposa le varie pietanze e le lega per ben 13 volte, quant’è il numero delle portate per la Festa di San Giuseppedi Pasquale Di Lena
Il 19 di marzo, la festa di San Giuseppe, nel Molise si ripete una delle più antiche tradizioni legate al cibo e, naturalmente, all’olio che sposa le varie pietanze e le lega per ben 13 volte, quant’è il numero delle portate. Non un numero magico, ma quello dei commensali dell’ultima cena che, nelle case dove ancora vive la devozione al santo con l’altare infiorato che riporta la sua figura, si rinnova con la “Tavola di San Giuseppe”, composta appunto da 13 persone invitate e tra queste quelle che reciteranno la figura di Maria, Giuseppe e il Bambin Gesù.
Non in tutti i paesi del Molise, ma in una gran parte dei 136 che la piccola e più giovane regione conta, con alcuni davvero piccoli per numero di abitanti, ma grandi per queste ed altre trad…

BORGHI DELLA SALUTE “ La Rete prende forma e si irrobustisce sempre più “

Immagine
comunicato stampa

Subito dopo Ripalimosani aderisce Guardiaregia !!!!!! Il Molise che va …. I Borghi della Salute ampliano la propria rete ed il Comune di Guardiaregia , dopo Ripalimosani, Orsogna, Montenero di Bisaccia, San Martino in Pensilis, comune Capofila, aspettando Roccamandolfi, Termoli ed il suo splendido Borgo Marinaro, Villa Santa Maria, Monteriggioni, Ischitella, Vastogirardi, Krapina ( Croazia ), Beuvron-En-Auge ( Francia ), il 19 marzo 2016 alle ore 17,00 ufficialmente entra a far parte della famiglia dei Borghi. Infatti, il 19 marzo il Comune di Guardiaregia, avendo aderito al progetto dell’associazione “ Liberi di essere “ sposando e condividendo le motivazioni e le finalità, dichiarerà la propria adesione  ai “ Borghi della Salute” con la sua mission indiscutibilmente di grande valenza culturale e sociale, con una cerimonia che si terrà presso il centro polifunzionale di piazza Toronto. La cerimonia di ingresso e la consegna del gagliardetto e della pergamena, vedrà dopo…

L'Agricoltura muore nell'indifferenza di chi dovrebbe difenderla e sostenerla

Immagine
di Giorgio Scarlato Agricoltura italiana? Alla crisi si è unita la disgrazia. L'Italia agricola è danneggiata da tutto e da tutti. E' sulle sabbie mobili. Così come messa è difficile che possa salvarsi. Questo, visto dal basso, da chi è a stretto contatto con la terra da oltre 40 anni. Da chi vive ancora ed ha vissuto con i patemi d'animo e le preoccupazioni che questo mondo dà, da sempre.
La politica odierna sta prendendo per i fondelli il mondo agricolo nascondendo la verità. 
I sotterfugi, le imposizioni, che ci provengono dall'UE, avallate dai "nostri" e quelle che ci proverranno dal TTIP imposte dagli USA, mortificano i coltivatori italiani ed acuiscono ancor di più la crisi del settore agricolo. Che siano arance, pomodori, olio d'oliva, grano duro, miele, latte o carne, la vittima predestinata rimane sempre l'economia agricola non più sostenibile o meglio: il mancato reddito. Lo si ripete per l'ennesima volta: la globalizzazione se…

Oltre 250 mila le pagine del mio blog visualizzate

Immagine
Non vi nascondo, amici, che sono molto contento di questo mio blog che, grazie al contributo prezioso della piccola Canon nera, ha appena superato l'obiettivo delle 250 mila pagine visualizzate, soprattutto da voi che, per primi, ricevete i messaggi che esso riporta. 

Importante per me per non perdere i contatti, in particolare con chi amo ed è lontano e con quelli che ho avuto ed ho modo di vivere momenti importanti della mia vita.

In primo luogo in Toscana, e ciò grazie ai legami affettivi, alla mia intensa attività sindacale -politica, prima di andare a dirigere l'Ente Mostra Vini - Enoteca Italiana di Siena che, dandomi la possibilità di conoscere e frequentare mondi nuovi, quali quelli dei vitivinicoltori toscani e italiani; delle istituzioni internazionali, nazionali e regionali; del marketing, con la possibilità d'incontrare, nel mondo, tanti nuovi amici e, con essi anche familiari e amici del mio Molise, che porto nel mio cuore con i loro sorrisi e la loro prezios…

LA TAVOLA DI SAN GIUSEPPE E L'OLIO DI FLORA

Immagine
La Casa de Vento - Newletter n° 10

La festa di S. Giuseppe
il rito della solidarietà contadina 
l'occasione di ritrovata comunione
il ritorno della primavera e della vita
la sacralità dell'ospitalità e del cibo consumato insieme
l'usanza millenaria che non è stata intaccata dalla modernitàL'inno alla Dieta Mediterranea con l'olio da olive, la pasta, il pane, le verdure ed i legumi grandi protagonisti

La grande tradizione della Tavola di S. Giuseppe rivive ogni anno, il 18 e il 19 Marzo, nella gran parte dei piccoli paesi del Molise, in particolare quelli del centro e del basso Molise.

La vigilia, soprattutto la sera, la visita delle case dove è allestito l'altare dedicato a San Giuseppe, il focolare acceso con le pignate di legumi in bella mostra e la Tavola bandita di ogni ben di Dio, in particolare di primizie, come gli asparagi e i germogli di pungitopo.

Era la tavola che i bambini del dopoguerra andavamo a guardare con gli occhi sbranati e la gran voglia di assaggi…

Verde di smalto traslucido/Il vento dei Frentani

Immagine
Verde di smalto traslucido
nei gioielli della mia terra
nel tempo fertile che la rese felice
conservo negli occhi e nel cuore quel riverbero di luce
vera
lo cerco
nel vento della memoria
in un oggi che solo lo riflette
vorrei riportarlo qui


Lo sognai come gigante, una volta
che porta la vita sui fiori

Nei tuoi occhi ho intuito
lo stesso amore che avevo per lei
non era la tua terra
ma terra mia che hai saputo amare

In te soffia quel vento fecondo che conosce la terra
Una distanza apparente che lo sguardo conosce e cancella

Verde di smalto traslucido è l'acqua del Biferno giù a valle
oltre la diga
Nella casa del vento
riconobbi mio fratello
Il vento dei Frentani ha gli occhi verdi.

Barbara Cucini
Siena, marzo 2016

Barbara, sposata Margheriti e, come tale, nuora del mio Presidente dell'Ente Mostra Vini-Enoteca Italiana di Siena, è la guida stupenda, magica, innamorata della sua Siena, che io ho conosciuto anni fa e subito diventata mia amica. A questa sua professione aggiunge la passi…

‘Bio unica agricoltura praticabile'

Immagine
L'Italia emerge con circa l'11% di superficie coltivata bio, tra i maggiori produttori al mondo per olivi e viti. Il mercato mondiale del biologico è fortemente in crescita: nel 2014 ha visto un giro d'affari di oltre 60 miliardi di euro.

Sono alcuni dati snocciolati nel giorno di apertura del Biofach di Norimberga, subito ripresi da AIAB. Il mercato del biologico in Europa nel 2014 ha continuato a crescere con un +7,6%, raggiungendo i 26 miliardi di euro (quasi a pari merito con il mercato degli Stati Uniti che ha un giro di 27 miliardi e che è il più grande mercato mondiale). Per quello che riguarda le aree coltivate nell’Unione Europea, nel 2014, il 6% sono bio.

L'Italia spicca con circa l'11% di superficie agricola coltivata col metodo biologico. Se in termini di superficie destinate al bio emerge la Spagna (1,7 milioni di ettari), l'Italia assume la leadership di estensione di colture produttive con 1,4 milioni di ettari di superfici coltivate a cereali,…

LE IDEOLOGIE

Immagine
di Nicola Picchione Non sempre riesco ad evitare , come mi propongo, di scrivere su FB che credo sia una specie di Grand Hotel degli anni cinquanta e non una sede di discussione. Ogni tanto cedo come adesso.
Alcune affermazioni brevi ma perentorie su FB- che comunque leggo sempre- sollecitano in me riflessioni sulle ideologie. Una ideologia parte da un'esigenza che sollecita la mente per poi invadere il sentimento, diventare una fede che finisce col dominare la ragione. Nasce come luce per guidare il cammino e finisce con abbagliare: un'idea che annulla tutte le altre e diventa un ciclope con un solo occhio e con l'udito che ascolta solo se stesso. Le ideologie promettono soluzioni a problemi essenziali, formano sètte organizzate contro altre sètte che seguono altre ideologie. Quelle religiose sono le più rigide, presuppongono verità rivelate e assolute, non discutibili (salvo modificarle servendosi delle ambiguità dei testi ritenuti sacri: non a caso tutte le religioni …

Inaugurazione di Piazza Paul Harris a Termoli

Immagine
di Franco Cianci

Mi piace innanzitutto ricordare la figura di Domenico Sbrocca, veterinario, nato a Matrice (Cb), res.te all’epoca a Montenero di Bisaccia, padre dell’attuale Sindaco di Termoli avv. Angelo Sbrocca, che fu uno dei fondatori del Rotary Club di Termoli.
A lui va preliminarmente il mio messaggio di saluto e di commosso ricordo.
Non posso iniziare questo mio breve, come spero, intervento, se non ricordando la fantastica vita di Paul Harris - nato a Racine (Wisconsin), nel 1868 e morto a Chicago il 27.1.47 - che nel febbraio del 1905, insieme a tre suoi amici di varie estrazioni sociali (un venditore di carbone, un ingegnere minerario ed un sarto) fondò, nella disperata Chicago, dove il segno generale erano la solitudine e la incomunicabilità tra la gente, il Rotary club.
Sono passati da allora 111 anni e la strada percorsa è stata intensissima, intricata, piena di successi ma anche di insuccessi e di contrasti.
Era in realtà l’America e lo spirito americano che fu sempre tribut…

Ripartire dai legumi per vivere la sobrietà, il domani

Immagine
Se avessi la possibilità, non dico di prendere decisioni, ma anche solo di dare dei consigli a chi ne ha il compito, appunto quello di decidere sulle cose che sarebbero da fare per contrastare la crisi di un sistema fallito, direi di giocare prima di tutto sulla corretta informazione e educazione del cittadino, soprattutto dei giovani e giovanissimi, quelli più a rischio di una vera e propria deriva. Suggerirei subito di sviluppare il tema del territorio – questo  bene comune che appartiene a ognuno di noi e dal quale dipende il domani di tutti, che il sistema considera sempre più un patrimonio privato, al pari della nostra salute –  per sottolineare la sua centralità, dopo aver ben spiegato il significato ed il valore che esso sempre più ha. In pratica, arrivare a creare la consapevolezza che il territorio è, oggi, ancor più prezioso di sempre, nel momento in cui viene distrutto e fatto oggetto di scempio da vere e proprie azioni criminali, come il furto di terreni fertili, paesaggi, s…