Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2018

Non solo caglio: il cardo mariano aiuta la lotta ai tumori

Immagine
da Qualeformaggio
Sin dall’alba dell’umanità, il cardo mariano (in inglese “milk thistle”, cardo del latte, ndr) è conosciuto nel mondo per il suo potere di coagulare il prodotto della mungitura delle lattifere, tant’è che ancor oggi è molto utilizzato da chi produce formaggi a caglio vegetale (quello vero, non il microbico, ndr) ovvero dall’industria che fornisce caglio ai produttori di quel tipo di formaggio, molto apprezzato dai vegetariani e da chi ami la tipica nuance amarognola che quella sostanza conferisce al prodotto. Ma il cardo mariano ha diverse caratteristiche in più, alcune già conosciute dal mondo scientifico e dall’industria del farmaco. Contiene ad esempio un principio attivo denominato silimarina, utilizzato per secoli nella cura dei disturbi del fegato e del dotto biliare. Bene, la silimarina, che non è un composto bensì una combinazione di diversi componenti, è stata studiata dai ricercatori sino a scoprire che una di queste componenti, la silibina, possiede delle pr…

A Piedimonte Matese con Buonolio Salus Festival

Immagine
Una bella e interessante giornata ieri a Piedimonte Matese con gli amici dell'olivo e dell'olio.
Grazie a Vincenzo Nisio e a quanti hanno collaborato al successo della sua bella Iniziativa "Buonolio Salus Festival" giunta alla 4a edizione.

Arte, cultura, giochi, selezione della qualità, confronti, riflessioni, voglia di domani per i territori interni segnati dall'olivo.  Oggi è possibile se si coglie la nuova domanda del consumatore mondiale, il bisogno di salute e di benessere, il piacere del buon cibo all'insegna dell'orto.

A proposito di orto, la magnificazione di questo piccolo pezzo di terra e della natura in generale, la mostra di quadri rappresentativi dei prodotti dell'orto di un bravissimo artista, Vincenzo Aulitto.
Per me, il gradito dono di Fabrizio Fazzi de L'Ulivo d'argento, che, come primo anello di una catena lungs un intero anno, conserverò il tempo necessario per consegnarlo a un altra persona che all'immagine dell'oli…

Maurizio Landini a Trivento

Immagine
di Umberto Berardo Interessante incontro a Trivento (CB) venerdì 27 aprile per riflettere e confrontare le opinioni sul tema "La Costituzione Italiana ed il diritto al lavoro nelle nostre aree interne". Il convegno, organizzato dalla Scuola di Formazione all'impegno Sociale e Politico "P. Borsellino", è stato introdotto da una scheda di don Alberto Conti sulle attività promosse in venticinque anni di lavoro dalla stessa Scuola e dalla Caritas Diocesana in relazione al tema trattato.  È seguita la relazione di Maurizio Landini che in premessa ha sottolineato come la Costituzione Italiana è frutto delle sinergie operative delle culture antifasciste cattolica, comunista e socialista e sintetizza le idee di queste stesse culture in compromessi intelligenti per la tutela dei diritti dei cittadini tra i quali sono ben definiti in più articoli quelli al lavoro che vanno attuati con strategie da studiare in relazione alle necessità dell'epoca in cui viviamo.
Attuare og…

La questione dei Consorzi di bonifica, solo un esempio della mala gestione dell'agricoltura molisana. Che fare?

Immagine
di Giorgio Scarlato
Nonostante  i tanti suggerimenti partiti dai "cafoni agricoli", il mondo politico regionale è stato per tanti anni immobile, quasi disinteressato al problema; non è stato mai in grado di affrontarlo realmente sia nell'ottica dei compiti che un consorzio di bonifica doveva rendere o funzioni che lo stesso doveva assolvere, sia del "beneficio" dato al settore agricolo visti i costi così esosi da sostenere per il suo mantenimento nonostante la regione abbia il potere di tutela e vigilanza sui medesimi; si ripete, nulla è stato fatto. Per caso si deve disturbare la Garante regionale dei Diritti dei cittadini per richiamare l'esigenza del problema e far riunire ad un tavolo tecnico tutti gli interessati quali i contadini (non certo le organizzazioni agricole visti i suggerimenti dati e i risultati quarantennali di gestione degli enti consortili), la regione, molise acque, il consorzio di bonifica?   Basterebbe vedere come è vigilat…

Riforma del bio: l’Europarlamento gioca al ribasso

da GreenPlanet
Inserito il 22 aprile, 2018 - 20:32

Il Parlamento europeo ha approvato il 20 aprile con 466 voti a favore le nuove regole sull’agricoltura biologica. Le norme prevedono controlli e limiti meno rigidi rispetto a quelli già previsti nel nostro Paese. Per questo motivo gli europarlamentari italiani hanno votato compatti contro il provvedimento, frutto di un compromesso tra le istituzioni europee raggiunto nell’estate 2017 e che entrerà in vigore nel 2021. Le delegazioni italiane chiedevano norme più restrittive di quelle adottate, in particolare sulla soglia di contaminazione accidentale da pesticidi non autorizzati e sulle deroghe concesse all’importazione di prodotti bio da Paesi terzi.
‘L’esito dei negoziati per dare nuove regole alla produzione biologica in Europa rappresenta un'occasione persa. Per noi, tuttavia, la sfida di replicare o avvicinare il più possibile il sistema europeo al modello biologico di alta qualità e sostenib…

Molise: vince il centro-destra

di Riccardo Alfonso
Posted by fidest press agency su lunedì, 23 aprile 2018
Poco più della metà degli elettori molisani, che hanno scelto di andare a votare, hanno sostenuto con il 37% dei consensi la coalizione di centro-destra. Il Movimento 5 stelle si è attestato al secondo posto. Il grande sconfitto ancora una volta è il PD. Sembra ripetersi il risultato che ha congelato i rapporti di forza in campo nazionale. Se vogliamo trarne un qualche insegnamento possiamo dire che la forza maggioritaria, quella che diserta le urne per intenderci, resta sull’Aventino sdegnosa e indifferente perché ci sembra di comprendere non accetta i rituali della politica che fa del voto una sorta di gioco che non ha nulla a che vedere con i reali problemi del Paese. Non sono pochi, infatti, coloro che si sentono intrappolati da logiche di potere fine a se stesso ma non certo in grado di porre mano alla vera natura del disagio popolare. Una regione, quella del Molise, che ha da sempre sofferto la mancanza …

L'impegno nel pacifismo

Immagine
di Umberto Berardo

Se è vero che nella storia la guerra è stata considerata quasi uno stato abituale per gli esseri umani ed ha fatto più notizia della pace, è altrettanto certo che quest'ultima ha avuto i suoi cantori già da Esiodo o i suoi promotori in Aristofane, Erodoto, Tacito, Francesco d'Assisi, Pietro Valdo, Erasmo da Rotterdam, John Woolman, Jean Jacques Rousseau, Voltaire, Immanuel Kant, il Mahatma Gandhi, Martin Luther King, Nelson Mandela, Giovanni XXIII, Ernesto Balducci, don Tonino Bello, Gino Strada solo per citare alcuni tra i testimoni più conosciuti.
Ovviamente da cristiani vogliamo ricordare al riguardo il grande insegnamento di Gesù di Nazareth.
Fondamentale è stata in occidente l'opera "Il progetto di pace perpetua" pubblicata nel 1713 dopo il trattato di Utrecht dall'abate Charles-Irénée Castel de Saint-Pierre, ritenuto da molti il primo pacifista occidentale.
Il pacifismo ha radici storiche e culturali nell'egualitarismo non violento c…