8 marzo 2017

Il Gironia riserva 2009, doc “Biferno”, dell’azienda Borgo di Colloredo, medaglia d’oro a Mundus Vini


C’è chi dice che Mundus vini, Il Gran Premio Internazionale del Vino che si tiene a Neustadt in Germania, anche se partito nel 2001, sia da considerare una delle competizioni più importanti per i vini, sia fermi che effervescenti e liquorosi, soprattutto per il numero dei vini in concorso. Ben 6.200 quelli- provenienti da da oltre 150 regioni vitate del mondo - che quest’anno sono stati sottoposti al giudizio di una giuria composta da 200 esperti, rappresentanti di 44 Paesi del mondo.
Ben 1.500 i vini italiani in gara, che hanno riportato a casa 484 medaglie delle 2.468 assegnate, di cui 7 Gran medaglie d’Oro di 33 assegnate; 183 Medaglie d’oro di 1043 totali e, fra queste, la Medaglia d'Oro  consegnata alla   Borgo di Colloredo, l’azienda di Campomarino, la città del vino del Molise, per il suo vino  

              Doc “Biferno”, Gironia rosso riserva 2009.
Un  grande vino a base di uve Montepulciano (80%) e di Aglianico (20%) che gli esperti conoscono e apprezzano  per il suo colore rosso rubino con riflessi granati;  sentore pieno di frutta, amarena,prugna, e spezie come vaniglia e liquirizia. In bocca si sente morbido, caldo e giustamente tannico. Un vino dalla grande finezza che si sposa magnificamente con piatti di carni rosse, selvaggina.
A questa prestigiosa medaglia d’oro è da aggiungere anche una Medaglia d’Argento sempre per la    
Doc “Biferno”, un rosso riserva 2011, della Società Agricola 47. Un vino che non ho avuto ancora il piacere di assaggiare, rappresentato da un’importante azienda del trevigiano, la Società Agricola 47 (questo numero sta per riportare la data, della ultimazione della costruzione di una delle strade romane più importanti, la Claudia Augusta, appunto anno 47 d.c..) che, oltre al rosso riserva "Biferno" Doc, ottiene anche un’altra medaglia d’argento con un vino del suo territorio d’origine,  il Cabernet Sauvignon 2016, Igt “Marca trevigiana”.
Le mie congratulazioni e quelle del Molise che, con  questo loro importante successo, si sente rappresentato, c’è.
pasqualedilena@gmail.com

Nessun commento:

Posta un commento