Verde di smalto traslucido/Il vento dei Frentani

...oltre la diga
Verde di smalto traslucido
nei gioielli della mia terra
nel tempo fertile che la rese felice
conservo negli occhi e nel cuore quel riverbero di luce
vera
lo cerco
nel vento della memoria
in un oggi che solo lo riflette
vorrei riportarlo qui


Lo sognai come gigante, una volta
che porta la vita sui fiori

Nei tuoi occhi ho intuito
lo stesso amore che avevo per lei
non era la tua terra
ma terra mia che hai saputo amare

In te soffia quel vento fecondo che conosce la terra
Una distanza apparente che lo sguardo conosce e cancella

Verde di smalto traslucido è l'acqua del Biferno giù a valle
oltre la diga
Nella casa del vento
riconobbi mio fratello
Il vento dei Frentani ha gli occhi verdi.

Barbara Cucini
Siena, marzo 2016

Barbara, sposata Margheriti e, come tale, nuora del mio Presidente dell'Ente Mostra Vini-Enoteca Italiana di Siena, è la guida stupenda, magica, innamorata della sua Siena, che io ho conosciuto anni fa e subito diventata mia amica. A questa sua professione aggiunge la passione per la scrittura, con la pubblicazione di un bellissimo libro, pubblicato nel 2013, "Vanezio con la V" per non confondere con Panezio con la P, il mitico cavallo del Palio di Siena; e di una raccolta di poesie, aforismi, storie dell'anima "Specchi", uscito lo scorso anno. Barbara ha voluto dedicare al mio Molise e a me questa poesia che mi ha commosso. Grazie Barbara, da me e dalla mia terra, a te e a Siena.



Commenti

Post popolari in questo blog

Tufara, l'olio, l'olivo e il sogno del domani

Olivicoltura, annata incerta Patuto: «Il clima può condizionarla»

L’Italia ha bisogno dell’olivicoltura e dei suoi preziosi oli