12 novembre 2014

I giovani talenti per una Larino che ha bisogno di rinascere


L’altro giorno la bella notizia del giovane larinese, Gianni Antonacci, che ha ristilizzato la nuova Ducati Panigale 1299, che gli amanti dei motori e delle moto dicono avveniristica. Ieri sera, la piacevole sorpresa, di incontrare, insieme con Manuela Mancino (giornalista esperta di enogastronomia), Fabrizio Fazzi (promoter olio e vino molisani) e Sebastiano Di Maria, alla Masseria Grande di Montecilfone, un altro larinese capace nel suo lavoro, Antonello Di Pilla.

masseria grande
Un giovanissimo chef che, con i suoi piatti legati alla tradizione e magnificamente rivisitati, ti prende per la gola, dalle idee molto chiare su cosa vuole fare da grande. Scelto dal nuovo gestore di questo delizioso albergo ristorante, Claudio Florio di Casa Florio, il salumificio del luogo che da quarant’anni produce salumi senza conservanti, che ha, con questa nuova gestione di un albergo ristorante ricavato dalla Masseria Grande della famiglia Moccia, una struttura del 1700, chiuso il suo piccolo ristorante nel centro di Montecilfone.

Tornerò ad “assaggiare” Antonello Di Pilla da Larino, prim’ancora dell’inaugurazione della nuova gestione della Masseria grande,  per esprimere un giudizioso definitivo, ma, se è vero com’è vero, che il buongiorno si vede dal mattino, posso già dire che non rimarrò deluso.

Ed ecco un altro giovanissimo larinese che si fa onore con le sue capacità ed onora la mia città. So per certo che ce ne sono altri di giovani larinesi, in giro per l’Italia e per il mondo, impegnati nei vari campi di attività e, via via, che riesco a scoprirli parlerò di loro. Non solo perché lo meritano, ma, soprattutto, perché possono, come io spero, essere di stimolo alle nuove generazioni di larinesi per una Larino che ha bisogno di rinascere.

Insisto (il primo tentativo è rimasto inascoltato) nel rivolgere l’invito a tutte le associazioni (tante) di ritrovarsi intorno a un tavolo per discutere le possibilità di rinascita di Larino e, se vogliono, invitare questi giovani talenti perché hanno di sicuro consigli buoni da dare per la loro città.

Nessun commento:

Posta un commento