6 dicembre 2012

Bistecca alla fiorentina in Molise

06/12/2012 10.25.00
ALLA TRATTORIA NONNA ROSA DI CAMPOMARINO
Pasquale Di Lena - italiaatavola.net
Piatti a base di baccalà, carne cruda e carciofi, ma soprattutto una succulenta bistecca alla fiorentina. È questa l'offerta della Trattoria Da Nonna Rosa a Campomarino, in provincia di Campobasso, gestita dall'attento oste Giuseppe L’Abbate. Pochi tavoli per un ambiente davvero caratteristico
Sono anni che sentiamo parlare di questo piccolo ma delizioso ristorante che riporta alla Trattoria Da Nonna Rosa, nascosta dietro lo spigolo di una casa nella stradina di fronte al mercato coperto di Campomarino (Cb), nella parte alta, quella del primo insediamento dei profughi arrivati via mare dall’Albania. È così che, finalmente, abbiamo conosciuto Giuseppe L’Abbate da Polignano a Mare (Ba), l’oste che vuoi pensare, con la sua bella corporatura e il suo atteggiamento che può apparire schivo, ma che è, invece, proprio di una persona immedesimata nelle cose che sono da fare quando ci sono clienti da servire.

Ci siamo arrivati dopo l’incontro “Il Molise in bottiglia”, nel senso di “Enoteca regionale”, accompagnati da chi ha cullato questa idea ed è intenzionata a realizzarla, l’assessore comunale Giuseppina Occhionero, e insieme con i relatori, professor Rossano Pazzagli dell’Università del Molise e Paolo Benvenuti, direttore delle Città del Vino di cui Campomarino (unica città del Molise) fa parte.

Pochi tavoli a occupare il piccolo spazio lasciato da un bancone che ha nel retro, quasi nascosto, il forno. Un ambiente caratteristico da un lato e, dall’altro, sobrio con i tavoli ben arredati e con i muri allietati da quadri, tra i tanti spicca quello di Polignano a Mare, nella parte posta sullo sperone di roccia a strapiombo sul mare. Il segno di un attaccamento di Giuseppe alle sue radici, di un’identità forte con il suo territorio di origine che a noi dice molte cose belle, positive, perché testimonia una cultura, un carattere, un sogno sospeso tra la realtà e la speranza.

Un’impressione positiva che è stata confermata anche dal servizio al tavolo da parte di due signore molto attente e gentili e dai pochi piatti a base di baccalà, carne cruda, carciofi prima di una bistecca alla fiorentina in onore dei due ospiti toscani presenti (Pazzagli di Suvereto, piena Maremma livornese, e Benvenuti di Castelnuovo Berardenga, tra le colline del Chianti e il mare ondulato delle terre senesi).

A farci compagnia con gli splendidi vini, suoi e del fratello Pasqualino, Enrico Di Giulio, di Borgo di Colloredo nella zona “Nuova Cliternia”, un sito antichissimo lungo la transumanza, che i pastori aspettavano di incontrare per l’ultima sosta prima di entrare nelle Puglie assolate. Un Molise Doc “Gironia rosso”, a base di Montepulciano, e una “Tintilia del Molise” Doc, a base di uve del vitigno autoctono di questa piccola regione, parte di un vigneto coltivato a Montecilfone, altro comune di origine albanese come Campomarino. Un assaggio che ha lasciato l’acquolina in bocca, come a dire che bisogna tornare e presto.


Trattoria Da Nonna Rosa
via Biferno, 41 - 86042 Campomarino (Cb)
Tel 0875 539948 begin_of_the_skype_highlighting 0875 539948 GRATIS

Nessun commento:

Posta un commento