Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2017

UNITI CONTRO LE SCELTE NEOLIBERISTE PER UN PIU' FORTE IMPEGNO CULTURALE, SOCIALE E POLITICO

Immagine
di Umberto Berardo



Siamo a pochi mesi dalle elezioni della prossima primavera.
Abbiamo già affrontato in parte il tema, ma occorre ora allargare la riflessione tentando di muovere in qualche modo il confronto.
A livello nazionale e regionale gli esponenti della cosiddetta sinistra non solo non si sono adeguatamente opposti alle politiche neoliberiste del PD, ma nulla hanno fatto per ricostruire un tessuto democratico sul piano elettorale, per impedire il Jobs Act, la devastazione del territorio e dell'ambiente, la privatizzazione strisciante in atto del sistema sanitario, la precarizzazione e pauperizzazione del lavoro e la diffusione della disoccupazione soprattutto giovanile.
Questioni enormi come la programmazione di un'economia al passo con i tempi e le migrazioni di masse enormi di popolazioni dal sud e dall'est del mondo sono lasciate a tentativi di soluzione improvvisati, empirici, provvisori e casuali che non aprono spazi a sistemi reali di integrazione.
La sinistra, d…

La Casa del Vento e l'Olio di Flora

Immagine
Fra i 14 produttordi olio del Molise riportati nella pubblicazione "Molise - Guida ai sapori ed ai piaceri della Regione - 2017-2018", c'è anche La Casa del Vento con il suo olio biologico "Gentile di Larino", l'Olio di Flora.

Una scheda, quella riportata dalla Guida edita dal quotidiano  "la Repubblica", convincente, bella, che onora non solo me e Flora, ma quanti, in questi dieci anni di raccolta e produzione di questo nostro olio, hanno collaborato e fatto crescere la sua fama, nel Molise, in Italia e nel mondo.

Un altro tassello importante dopo l'inserimento in altre importanti guide, i riconoscimenti in Concorsi nazionali e internazionali, le ripetute vittorie a Goccia D'Oro, il grande concorso degli oli molisani. In questi suoi 14 anni di vita, Goccia D'Oro, ha dato un contributo notevole alla fama e alla crescita dei livelli di qualità degli oli molisani, che, per fortuna, hanno nel ricco patrimonio di biodiversità - ben 18 le va…

Il salvataggio delle banche e i diritti dei cittadini

Immagine
di Umberto Berardo



Sappiamo tutti che la possibile crisi delle banche è in genere determinata da una gestione allegra, superficiale e perfino immorale dei capitali che in qualche modo vi confluiscono o ne escono.
Tale causa è stata alla base di quanto accaduto in istituti di credito italiani quali Banca dell’Etruria, Banca Marche, le Casse di Risparmio di Ferrara e di Chieti e Montepaschi; infatti l'origine dei loro guai finanziari è in particolar modo da ricercare nei cosiddetti crediti deteriorati, ovvero prestiti mai rientrati.
Sia pure per fuga di notizie perché non vi è stata mai una pubblicazione ufficiale, letti i nomi dei creditori inadempienti sui media, la prima domanda che il cittadino anche sprovveduto di cultura economica si pone è la seguente: " Ma per tali prestiti così consistenti possibile che le banche non abbiano garanzie per la restituzione e dunque non siano in grado di recuperare i capitali e la magistratura non deve accertare immediatamente le responsabili…

LE VOLPI POSTE A GUARDIA DEL POLLAIO

Immagine
In dieci contro il Molise. Una maggioranza risicata ma utile a svendere e cancellare il Molise
Con il rigetto del documento presentato per richiedere il ricorso alla Corte Costituzionale, dopo l’approvazione da parte del Parlamento dell’art. 34 bis, che esautora i compiti propri di una Regione, si ripetono quelli che, qualche settimana fa, hanno votato per la privatizzazione dell’acqua e, qualche giorno fa, il Piano Energetico Ambientale Regionale. Un Piano che dà agli affaristi dell’eolico e delle fonti energetiche l’agricoltura contadina, e, con essa, il cibo e le sue bontà; il paesaggio e le sue bellezze.

il rispetto dei ruoli è rispetto della democrazia

Immagine
Il quadro istituzionale, nelle mani di incapaci o, meglio, capaci esecutori di ordini, è oggetto di rottamazione a dimostrazione che l'obiettivo è il caos e, con esso, l'impoverimento della democrazia. Sta qui la mia condivisione del comunicato stampa del Forum e la sua postazione. Nessuno si deve sentire impunito delle proprie cattive azioni, ma responsabile tanto più se ha il compito di rispettare il mandato espresso dall'elettore molisano. E' certo che nessun molisano, salvo qualche interessato, ha dato il mandato di distruggere la sanità molisana e il suo carattere pubblico.   
Comunicato Stampa Il Forum del Molise per la difesa della sanità pubblica di qualità chiede che il Consiglio Regionale nella seduta prevista per lunedì 17 luglio c. m. per le ore 10,00 e convocata tra l'altro sul tema "Limitazioni dell'autonomia legislativa della Regione Molise in materia di tutela della salute : valutazioni e determinazioni" assuma formalmente l'impegno a…