27 maggio 2017

FORUM PER LA DIFESA DELLA SANITA’ PUBBLICA DI QUALITA’

Si dice che bisogna mettere in sicurezza i conti del Bilancio Regionale, ma non occorre anzitutto mettere in sicurezza la salute dei cittadini?

Governo Nazionale e Governo Regionale, di concerto tra di loro, si stanno adoperando per trasformare in Legge dello Stato un POS che non garantisce ai Molisani il Diritto alla salute secondo l’art. 32 della Costituzione, come i fatti purtroppo dimostrano.

Non garantisce neppure la messa in sicurezza dei conti, come i fatti dimostreranno nel prossimo futuro, ma garantisce le somme già versate ai privati su richiesta del Governo e prima che fosse giuridicamente accertata l’esigibilità di quei crediti da parte dei Privati.

La recente sentenza del TAR Molise che costringe HERA a rispettare i limiti fissati dall’AIA è un indizio autorevole del perché il piccolo Molise, a cui il Balduzzi nega anche un reparto di Neurochirurgia, passi agli onori della legge di Bilancio Nazionale, esautorando, con questo, il Consiglio Regionale da ogni possibilità di scelta presente e futura.

Il POS del Molise, se impugnato, mostrerebbe tutta la sua fragilità sul Piano Giuridico, su quello della Legittimità Costituzionale, ed anche sul Piano economico.

Infatti il Segretario del PD, Matteo Renzi, sta annunciando, a reti unificate, che bisogna riformare i TAR.

Se il POS diventerà legge dello Stato i Molisani, oltre a perdere il Diritto alla Salute, perderanno anche il diritto alla Democrazia rappresentativa. Votare, anche per cambiare classe dirigente, servirà a molto poco, essendo l’80% del Bilancio regionale vincolato da una legge dello Stato.

Il Consiglio Regionale in carica, che ha già mostrato agli elettori la propria sostanziale inutilità ,ne tragga le dovute conseguenze, visto che sarà dichiarato inutile anche con Legge dello Stato.


Nessun commento:

Posta un commento