13 novembre 2016

PRESTO UNA LEGGE REGIONALE SULLA TUTELA DELLE TRADIZIONI POPOLARI


La proposta del Presidente del Consiglio Vincenzo Cotugno.  
                              La Federazione Italiana Tradizioni Popolari presto ad Amatrice……..
La FITP regionale ( Federazione Italiana Tradizioni Popolari ) , si riunisce a Ferrazzano per discutere di atti concreti .L’Associativismo è l’alternativa ad una classe politica dormiente e con poche idee o presa da altro, ritenuto più importante.
La FITP, che annovera il maggior numero di gruppi che, a memoria, è l’unica vera tenutaria, insieme ad altre associazioni che hanno lo stesso scopo, della tradizione popolare Molisana ed Italiana, funge da volano aggregativo e da volano di sviluppo e conoscenza ed, indefessamente si prodiga, all’associativismo ed allo sviluppo, alla divulgazione ed alla conservazione di quello che è il vanto della nostra Italia :  l’unicità nella diversità della tradizioni popolari che, sintetizzando, sono l’essenza della vita contadina, di quartiere, di comunità.
E, come spesso capita nell’arco dell’anno, a Ferrazzano si è tenuta l’Assemblea Regionale al fine assolvere agli obblighi statutari. Una assemblea che ha visto radunarsi i rappresentanti di tutti i gruppi Molisani tanto da rendere incontenibile la sala del bellissimo “ Palazzo Chiarulli” , sede, messa a disposizione dall’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Antonio Cerio, presente all’Assemblea per i saluti di benvenuto e da padrone di casa.
Una assemblea fortemente voluta dal ricostituito gruppo di Ferrazzano” Lu Passariell” e dal suo direttivo .
Dall’Assemblea sono scaturite criticità ma anche tanta voglia di essere sempre presenti e sempre all’altezza della situazione nel rappresentare il Molise, quel Molise che vuole essere degnamente e senza schematizzazioni, il Molise del bello, dell’Arte, della Tradizione.
E da qui, lo sprone alla Presidenza del Consiglio Regionale, Vincenzo Cotugno, che per l’occasione ha inviato il suo portavoce, Domenico Bertoni, di farsi portatore di una proposta di legge scritta a molte mani e proposta in primis dal Club dei Borghi d’Eccellenza, che mira alla tutela del nostro patrimonio materiale ed immateriale,  e così salvaguardare anche l’azione preponderante dei gruppi folk molisani. La proposta vide promotore proprio il Presidente del Consiglio Regionale in quel di Rionero Sannitico in occasione della 3^ edizione della rassegna delle serenate.
All’uopo, dopo una telefonata in diretta tra Maurizio Varriano, coordinatore dei Borghi d’Eccellenza, ed il Sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi che, ha avuto il piacere di colloquiare con il presidente della Federazione regionale, Michele Castrilli, si è voluti dimostrare la vicinanza ad un sindaco che, della e per la territorialità né sta facendo una battaglia di vita, a tutta la popolazione ed ad un intero territorio, offrendosi per un evento culturale mettendo a disposizione i gruppi molisani che nell’ambito dell’assemblea hanno colto con grande favore l’invito.
L’assemblea si è conclusa con la ratifica dell’ingresso nella Federazione del gruppo Campobassano “ Fontanavecchia “ e con la elezione del presidente Provinciale , per la provincia di Campobasso, nella persona del presidente del Gruppo dei Matesini di Campochiaro, Mario Barile.
Il Molise che non chiede ma si offre e che è malato di una malattia incurabile : la Molisaneità………
c.s. Borghideccellenza Molise

Nessun commento:

Posta un commento