24 agosto 2016

L'OLIO E' CULTURA, ...

la lettera del mio compaesano e amico, Emilio D'ambrosio, l'autore del bellissimo libro "Frammenti di Storia", dà il segno della forza che ha l'olio di oliva di suscitare emozioni. L'olio di oliva è cultura, storia, tradizioni, paesaggi, ambienti, agricoltura. Cioè territorio, l'origine prima della sua qualità. Un testimone straordinario del territorio, mio e di Emilio, con ben tre varietà "Gentile", "Salegna" e "Oliva S. Pardo", culla dell'Associazione nazionale delle Città dell'Olio e luogo segnato in ogni parte dai suoi frondosi olivi. Grazie Emilio

Egr. Pasquale
Cantore della NATURA, del borgo molisano e delle sue bellezze, grazie per il gradito omaggio!
L'OLIO DI FLORA esalta la bellezza di universi vitali comunicanti. In esso convivono antiche memorie, armonie e melodie celestiali.
Un lascito passato da generazione in generazione per innervare nel corso del tempo emozioni e sentimenti che si distendono in un
abbraccio corale con "la nostra amata terra".
La bottiglia d'autore, OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA BIOLOGICO Gentile di Larino, si presta a raccontare una ricomposizione di saperi accumulati nel tempo, storia meravigliosa, originale, intrisa di saggezza e sapienza.
Così la "DONNA COL PARASOLE" evoca il dipinto del 1866 di Monet; l'artista pone al centro "l'unità tra uomo e natura e non la superiorità del primo sulla seconda". Il periodo storico in cui l'opera fu concepita é quello in cui nacque Karl Marx, autore nel 1848, insieme a Friedrich Engels del MANIFESTO DEL PARTITO COMUNISTA. Il noto scrittore Eric Fromm definì MARX e FREUD gli
architetti dell'età moderna, oltre le catene dell'illusione, si scorge l'elaborazione di un pensiero/azione per l'emancipazione umana.
La bottiglia, preziosa per contenuto, eleganza e raffinatezza é carica di suggestioni, maschile/ femminile, esterno/interno, presenta con una luce intensa e nitida un prodotto la cui sacralità sprigiona equilibrio, intelligenza e creatività. Vi racchiude rispettose relazioni, con al centro la MADRE TERRA che accoglie il laborioso lavoro umano con la restituzione generosa di cibo biologico, territorio, paesaggio, ristoro e cultura.
Carissimo Pasquale nei tuoi testi poetici come in quest'opera ben illustrata é descritta LA CASA DEL VENTO e con l'oliveto esalta LARINO la culla delle Città dell'olio. Inoltre, l'impegno coerente premia la qualità del lavoro con l'eccellenza DELL'OLIO DI FLORA suggellato dai molteplici e prestigiosi riconoscimenti istituzionali.
Nella tua cura amorevole per la natura, si coglie il respiro pulsante tratteggiato dalle puntuali denuncie di stupri, violenze e distruzioni. Descrivi in modo magistrale una vitalità vivente di forme, voci, colori, paesaggi, territori. Si percepisce una simbiosi densa di sensibilità, un intreccio di linguaggi alberga in una interiorità che ben definisce l'unicità del tuo essere, espressione autentica, di vera e profonda larinesità agganciata ad una molisenità  che cerca nella Regione Molise una prospettiva di sviluppo economico solidale.
Un caro saluto a te e alla tua dolce FLORA, compagna di vita e di un viaggio travolgente vissuto all'insegna della creatività. Con stima, cordialmente Emilio.

Nessun commento:

Posta un commento