Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2016

Alessandro Di Lena miglior giovane al 14° Campionato Nazionale di potatura

Immagine
Dopo il terzo posto ottenuto qualche settimana fa a Colletorto, città dell’olio sede del Campionato regionale di potatura, che ha visto la brillante vittoria del fratello Pasquale,Alessandro sale riceve la Targa assegnata al miglior giovane al Campionato Nazionale di potatura dell’olivo, organizzato dall’Assam a Montopoli Sabina, in provincia di Rieti nel Lazio.

E’, ancora diciassettenne, questo campione di potatura nella categoria Giovani, cioè i concorrenti compresi tra il 16° e il 21° anno d età.  Non è la prima volta che Alessandro Di Lena viene premiato, avendo già ottenuto un secondo e due terzi posti (l’ultimo pochi giorni fa) al Campionato regionale di Potatura, organizzato dall’Agenzia regionale di Sviluppo dell’agricoltura molisana. Un grande riconoscimento quello di oggi del giovanissimo  Alessandro, che premia la sua grande passione per la campagna e l’olivicoltura in particolare, e premia, ancora una volta, una famiglia di potatori plurivincitori, quella di Antonio Di Lena

"NEL NOME DEL VINO"

Evento targato  “Il Sabato del Villaggio” iniziativa in collaborazione tra Biblioteca Labanca e Centro Studi “Luigi Gamberale”
Una serata per condividere Cultura letteraria e enogastronomica. Un libro, una storia, il vino e le alcune delle eccellenze gastronomiche di Agnone 


Come trasformare la presentazione di un libro nella celebrazione delle eccellenze di un territorio. Accadrà Venerdì prossimo 29 Aprile, ad Agnone, a partire dalle 17.30, nella nuova sala convegni di Palazzo Bonanni nel cuore del centro storico. La sede è quella che ospita la fortunata mostra “La Tavola Degli Dei” che per un giorno farà posto alla cultura letteraria ed enogastronomica.

La scrittrice Gioconda Marinelli e il viticoltore Antonio Valerio, con l'aiuto del giornalista Nicola Mastronardi, presenteranno il volume "Nel nome del Vino" scritto a quattro mani e pubblicato lo scorso mese di dicembre per i tipi della casa editrice "Homo Scrivens".
Agricoltura, ruralità, identità profonda di…

Gli intellettuali di oggi

Immagine
di Nicola Picchione Gli intellettuali di oggi
Molti, forse troppi, sono definiti intellettuali cioè forniti di cultura e capaci di idee che aiutano altri a capire. Alcuni riescono ad avere un impatto sociale rilevante e le loro idee suscitano utili dibattiti. Ad esempio, Pasolini e la Fallaci: due personalità molto diverse, libere, con idee anche criticabili ma capaci di smuovere altre idee, suscitare dibattiti. Per molti anni la maggior parte degli intellettuali era di sinistra, forse anche per demerito della destra. Oggi la categoria degli intellettuali ha figure di scarsa attrazione. Il campo è invaso da erbe di poco conto: non è stato coltivato. Non a caso siamo al 77° posto nella libertà di stampa. L'assenza di intellettuali autorevoli è sintomo di una società addormentata. Berlusconi e Renzi e le loro corti sono simboli di questo degrado intellettuale e culturale. I due non sono paragonabili ma hanno alcune affinità. Seminano promesse e ottimismo, non tollerano intrusioni…

L'olio diventa protagonista nel piatto al concorso enogastronomico di Termoli

Immagine
da Italia a Tavola -  quotidiano di enogatronomia, turismo, ristorazione e ospitalità di Pasquale Di Lena

Cultura e formazione al centro della “Settimana eccellenza gastronomica” con grandi ospiti, corsi di pasticceria e cioccolato e un concorso che ha visto 13 giovanissimi concorrenti giocare sul rapporto olio-cibo
Una straordinaria e interessante kermesse di quattro giorni, la “Settimana eccellenza gastronomica”, tutta all’insegna della cultura e della formazione, ha animato l’Istituto alberghiero “Federico di Svevia” di Termoli con il corso sulla Pasticceria, con un master sul Cioccolato e il concorso di Enogastronomia, con gli abbinamenti non solo del vino, ma anche dell’olio, e un seminario su “Enogastronomia e turismo”.



A seguire il master sul Cioccolato personalità di grande prestigio nel campo della pasticceria, come il campione del mondo nonché presidente della Fip (Federazione italiana della pasticceria), Roberto Lestani, accompagnato dalla delegata della Fip del Molise, Daniel…

I VALORI DELLA RURALITA’

Immagine
Incontro del 18 Aprile promosso dall’Associazione degli ex consiglieri regionali IL MOLISE:TERRITORIO COTITUTIVO DELLA REPUBBLICA CAPACE DI PROGETTARE IL PROPRIO FUTURO DI REGIONE SPECIALE DEL PAESE
Quel poco che riuscirò a dire nei dieci minuti che ruberò a questo interessante incontro riguarda il  Molise e le possibilità che esso ha di spendere gli importanti valori di quella ruralità che lo caratterizza più che in ogni altra Regione e le sue fondamentali risorse.

C’è, come premessa al mio ragionamento, la situazione più in generale, del Paese e del mondo, caratterizzata da una crisi sistemica, strutturale, che, visto l’atteggiamento dei suoi protagonisti, sembra non ci siano (o non si vogliono trovare) soluzioni alternative a quelle che hanno portato a intaccare gli equilibri naturali, la biodiversità e gli ecosistemi; a far impazzire il clima, mettendo così a rischio il futuro del pianeta, della vita stessa. O , anche, che hanno portato a separare due realtà fondamentali come la camp…

Firmato ieri l'accordo di Parigi sul clima

Immagine
Ecco il Renzi bifronte: in Italia si schiera con i suoi amici petrolieri e, ieri, al Palazzo dell'Onu di New York, con il clima, firmando l'accordo di fine anno a Parigi.  Rappresentanti di 174Paesi con Renzi per l'Italia e nel giorno fissato, quello dedicato alla giornata della terra, alla presenza di un Leonardo di Caprio che ha parlato di speranza.

Un risultato senza precedenti per la questione clima che, è bene ricordarlo, è a rischio soprattutto per le emissioni dovute a energie fossili, petrolio in particolare.
La verità è che la gran parte degli esperti della questione si chiedono se l'accordo di Parigi, firmato ieri, serve, in particolare se siamo ancora in tempo a bloccare quel cambiamento climatico che sta mettendo a rischio il pianeta, visto che gli accordi presi, ammesso che vengano rispettati, sono al di sotto delle necessità presi sono al disotto.
il 2015 ha segnato ancora un anno record per il caldo, il 14° in fila dal 1880, anno d'inizio delle mis…

Non finisce di sorprendere L’Olio di Flora de La Casa del vento di Larino

Immagine
Ancora un prestigioso riconoscimento, il 3° posto nella categoria biol al prestigioso Concorso internazionale,  l'Aipo d’Argento 2016, di Verona, giunto alla 13a edizione, che ha visto la partecipazione di oltre trecento campioni provenienti dalle regioni italiane e da molti Paesi del mondo. Per salire sul podio bisogna superare gli 85/100 e L’Olio di Flora ci è riuscito alla grande conquistando l’ambita medaglia. Anche questa volta, come per i premi Biol e l’Orciolo d’Oro, l’olio de La Casa del Vento di Larino, biologico e della sola varietà “Gentile di Larino”, è l’unico a rappresentare l’olivicoltura molisana. Grande la soddisfazione di chi dà il proprio nome all’olio vittorioso, Flora, “Il merito va al territorio, che io padovana ammiro da quasi trent’anni, e alla varietà che so la più diffusa nel Molise e, insieme a quella di Venafro, la più nota. Non bisogna dimenticare, però, i bravi collaboratori che operano nell’oliveto e quelli del frantoio della Cooperativa larinese, che …

Altro che piattaforme e trivelle, è il territorio lavoro e cibo!

Immagine
Questa foto che, da questa mattina, circola su facebook postata da Cinzia Mattera mostra un oliveto secolare con tutti i suoi olivi tornati a germogliare dopo un anno di cure tradizionali e bio. Anche questa foto mi fa capire sempre più che " a pensare male" (vedi il mio di due numeri fa su Teatro Naturale e che è riportato su questo mio blog) a volte s'indovina.

La Xilella è la punta di diamante di un progetto già partito da tempo che ha come obiettivo il furto di territorio del nostro Mezzogiorno e dell'Appennino per opere (inceneritori, biomasse, parchi eolici, oleodotti e metanodotti, trivellazioni e altro ancora, asfalto e cemento) dannose all'ambiente, al paesaggio alla risorsa delle risorse, l'agricoltura. Opere, o come  usano chiamarle per enfatizzare una loro importanza, "Grandi Opere", che, nonostante la loro grandezza, non danno occupazione ai giovani e a quella massa di persone, gli operai, che il presidente del Consiglio, nominato da N…

Il giovane Pasquale Di Lena più volte campione di potatura dell'olivo

Immagine
Non è la prima volta che il giovane Pasquale Di Lena sale sul podio e, in particolare, sul suo gradino più alto riservato a un campione di potatura. Anche lo scorso anno, dopo aver vinto, giovanissimo, due edizioni del Campionato regionale, è andato a vincere in Toscana il campionato Nazionale di potatura, riservato ai giovani, risultando al 4° posto di quello riservato agli adulti. Buon sangue non mente visto che il padre Antonio ha vinto anche lui, dopo numerosi attestati di merito, due volte il Campionato regionale ed ha ottenuto un quarto posto al Campionato nazionale, dimostrando di essere un bravo maestro oltre che un buon padre dei suoi due figli. Non solo Pasquale bravo nell’arte della potatura, ma anche Alessandro, il fratello più giovane di due anni, che ha provato, ancor giovanissimo, più volte l’emozione del podio con un terzo e secondo posto da aggiungere al terzo di pochi giorni fa. Livia e Antonio, i genitori di questi due giovani campioni, non hanno altri figli, altri…

LA FINESTRA DELLA MEMORIA

Immagine
E' di ieri l'apertura a Verona della più grande manifestazione dedicata al vino, il Vinitaly, che festeggia i suoi 50 anni di vita. Riporto sul mio Blog, per gentile concessione dell'editore, l'articolo da me firmato per la rivista "Oinos - vivere di vino" , in questi giorni in distribuzione in Fiera. Tutte le volte che leggo di vino e di olio, in particolare di realtà e luoghi che, grazie all’Enoteca italiana di Siena, mi hanno visto protagonista, la finestra della memoria si apre e mi presenta queste realtà e questi luoghi come raccolti in un unico incantevole paesaggio, che è parte importante del paesaggio più complessivo dell’enogastronomia italiana degli ultimi trent’anni o poco più.
Un paesaggio di tanti paesaggi a rappresentare altrettanti territori e i loro testimoni, unici per bontà e bellezza, che, con la loro capacità di raccontare storie e culture e di esprimere, grazie all’arte culinaria, profumi e sapori, sono stati, e continuano ad essere, bravi …

BUONOLIO SALUS FESTIVAL A PIEDIMONTE MATESE

Immagine
www.buonoliosalusfestival.com


COMUNICATOSTAMPA
5 aprile 2016


Piedimonte Matese (Ce): Dal 23 al 25 aprile prossimi la terza edizione del Buonolio Salus Festival
L’evento, che avrà per tema “L’olio che verrà”, sarà proposto nel Museo Civico Raffaele Marrocco


  Taglia il terzo traguardo il Buonolio Salus Festival, appuntamento teso a dare una visione diversa dell’ulivo e dell’olio, in programma dal 23 al 25 aprile prossimi. Tema di questa edizione 2016 sarà “L’olio che verrà”, con una proposta molto articolata e presentata nel Museo Civico Raffaele Marrocco di Piedimonte Matese, in provincia di Caserta, nel complesso conventuale domenicano fondato negli ultimi anni del XIV secolo.
  Il Festival, ideato e organizzato dall’Associazione Culturale Buonolio in collaborazione con I Templari del Gusto, noto portale e blog enogastronomico (itemplaridelgusto.it), ospiterà una serie di attività didattiche, corsi di assaggio e percorsi di avvicinamento all’olio per quanti vorranno scoprire le peculiarità…

L'affaire Xylella fastidiosa e quei terribili sospetti, così reali

Immagine
Tutela per sette anni dei terreni colpiti da Xylella. E poi? Il dubbio di una paurosa speculazione edilizia, fino ad oggi impedita dalla presenza di monumenti della natura, gli stupendi olivi secolari, rischia di diventare una certezza          La notizia che arriva da Bari è che nei prossimi sette anni sarà impossibile costruire sui terreni agricoli colpiti dalla Xilella fastidiosa, il batterio che ha tenuto banco per mesi lo scorso anno e sul quale, fino all’approvazione (l’altro giorno) della legge da parte della Regione Puglia, è caduto di colpo il silenzio. “Con questo provvedimento proteggiamo la Puglia” ha detto subito dopo l’approvazione il governatore della Puglia Michele Emiliano. Una dichiarazione un po’ affrettata quella del bravo governatore della Puglia, visto che la legge proposta dal consigliere del Pd, Blasi, per un tempo accantonata, è un cumulo di contraddizioni e un invito a costruire là dove gli olivi secolari non sono infetti da Xilella e, fra sette anni (un batt…

Comunicare l'olivicoltura molisana e quella di Larino con i successi de L'Olio di Flora

Immagine
Italia a Tavola, il più diffuso quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e ospitalità

http://www.italiaatavola.net/
Grande successo per l'Olio di Flora
Medaglia d'argento al Premio Biol 2016 L'olio extravergine bio dell'azienda molisana La Casa del Vento festeggia l'ottenimento del marchio Silver medal, da aggiungersi alle soddisfazioni già ricevute al Premio BiolNovello e al concorso Goccia d'Oro
La notizia della conquista della medaglia d’argento al Premio Biol 2016 è arrivata sulla posta elettronica de La Casa del Vento di Larino ed è stata così trasmessa dal presidente Paparella del Cibi, il consorzio che organizza ogni anno il Premio Biol: «Gentile azienda, siamo felici di comunicarvi che il vostro olio extravergine di oliva biologico L'olio di Flora a seguito di severe analisi chimiche e del giudizio di un panel costituto dai più importanti esperti internazionali di olio di oliva è risultato Vincitore della Silver medal.



Tale riconoscimen…

Un'altra medaglia per L'Olio di Flora de La Casa del Vento di Larino

Immagine
La notizia della conquista della medaglia d’Argento al Premio Biol 2016 è arrivata sulla posta elettronica de La Casa del Vento di Larino ed è stata così trasmessa dal Presidente Paparella del C.I.Bi., il Consorzio che organizza ogni anno il Premio Biol “Gentile Azienda, siamo felici di comunicarvi che il vostro Olio Extravergine di Oliva Biologico L'olio di Flora a seguito di severe analisi chimiche e del giudizio di un panel costituto dai più importanti esperti internazionali di olio di oliva è risultato Vincitore della Silver Medal

Tale riconoscimento  risulta ancora più prestigioso perchè scelto tra più di 400 diverse etichette partecipanti al concorso e validato dal giudizio di un panel costituito da 31 capi panel ed esperti di olio di oliva a livello internazionale. Il merito va innanzitutto al lavoro e alla passione di quanti hanno contribuito a realizzare questo prodotto eccezionale e che da oggi potrà fregiarsi del marchio Silver Medal”.
L’Olio di Flora non finisce di stu…