Post

Visualizzazione dei post da 2016

QUATTRO AMICI A GUSTO LOFT

Immagine
Andare a Gusto Loft, il locale che guarda la piazza grande di Pian San Leonardo a Larino, dove puoi vedere, odorare, gustare, degustare, incontrare, parlare, comprare, è un piacere.
Tutto è all'insegna della grande selezione di prodotti legati alla tradizione, molisana e non sola.

Non era la prima volta, ieri sera, che ci siamo visti con i fratelli L'Abbate di Campomarino e Antonio Mastrogiuseppe, il titolare del locare e grande animatore, per gustare insieme un aperitivo a base di pane e olio, salumi, formaggi e un bicchiere di ottimo vino.

Non solo - come chiusura di un'ottima degustazione e magnifica conversazione - la bellezza e la bontà di quel boccone finale, la zizza, una mozzarella di Bufala gigante, splendente come una perla enorme che rifletteva le luci del locale.
Giuseppe L'Abbate è il titolare di quel piccolo ma delizioso ambiente ricco di quadri e di tante altre cose, nonché angolo di una cucina eccellente che è la Trattoria Nonna Rosa aperta da oltre cin…

Echi dalla 13 edizione “Goccia d’Oro”

Immagine
C’è un concorso che da 13 anni si svolge a Larino e riguarda gli oli molisani, partecipato anche quest’anno , nonostante l’annata non facile per colpa della mosca, da oltre cinquanta olivicoltori. Un concorso che dedica mezza giornata a un tema di attualità riferito all’olivo e all’olio e l’altra mezza giornata alla premiazione, con intermezzi musicali, che ha sempre coinvolto centinaia di persone. Per la prima volta quest’anno al Cine- Teatro Risorgimento strapieno di persone e, la cosa più bella, in gran parte bambine e bambine, giovanissimi.

Un concorso il “Premio Goccia d’Oro”, inventato dal fondatore del secondo Panel test realizzato in Italia, Maurizio Corbo, responsabile dell’ufficio olivicoltura dell’Arsiam, oggi Arsap, organizzatore della Gara di potatura che seleziona, quasi ogni anno con successo visto il lungo elenco dei campioni molisani, i partecipanti alla Gara Nazionale. Un insieme di iniziative che, dopo la nascita dell’Associazione Nazionale delle città dell’Olio propr…

Disegno di una società accettabile    

Immagine
di Umberto Berardo



Nella storia i sistemi di potere nascono da strutture economiche, ma anche da concezioni ideologiche e da apparati politici che fondamentalmente mirano a creare la soggezione e lo sfruttamento dei più a vantaggio di quei pochi che gestiscono i mezzi di organizzazione della società.
I tentativi di creare collettività egalitarie, libere e democratiche ci sono stati, ma non hanno avuto vita facile, stroncati come sono stati dalla violenza militare o dal boicottaggio economico dei poteri forti.
Le lotte di liberazione dalla soggezione culturale, economica, militare e politica non sono mancate nel corso dei secoli, ma, nonostante la fine di tante forme d'imperialismo o di dittatura, il mondo sembra ancora dominato da forze palesi o subdole che senza scrupoli mirano al profitto ed all'arricchimento sfruttando in modo spropositato a vantaggio di pochi i beni naturali e le risorse umane e mantenendo per questo i più in povertà e soggezione.
Due autori ci hanno colpito …

Il granone “Agostinello”, tutto molisano, può, insieme con altre iniziative, rilanciare le aree interne.

Immagine
L’altro sabato sono andato a S. Giovanni in Galdo per seguire la tre giorni della Condotta Slow food “Galdina”, nelle mani di Michela Budino e di Nicola Del Vecchio, impegnati , con il sindaco della bella cittadina prima citata e quello di Campodipietra, a rilanciare, con l’agricoltura sostenibile, il territorio e le attività legate alla promozione, valorizzazione e commercio dei prodotti agricoli fortemente legati alla tradizione e alla qualità.
Questa mattina, su invito del caro amico di tante avventure, Michele Tanno (penso al rilancio della Tintilia), sono stato a Matrice, per ascoltare un’idea progettuale basata sul recupero e la diffusione della coltivazione del mais “Agostinello”, dentro il tempio della trasformazione dei cereali, il Molino Cofelice. Una realtà che ha sempre più un ruolo importante da svolgere all’interno di una filiera corta, che vuole parlare direttamente al consumatore e con esso avviare quel dialogo permanente che serve perdare quelle risposte sicure, sopra…

BUON COMPLEANNO CITTA' DELL'OLIO

Immagine
Era un mattino freddo quel 17 dicembre del 1994 a Larino, quando nella sala conferenze del Palazzo ducale, l'allora sindaco della città frentana, Alberto Malorni, salutava i sindaci  che via via arrivavano da Venafro, Montenero di Bisaccia, Poggio Sannita, Lucito, Colletorto, Termoli, Rotello, Bonefro,, Roccavivara, Montorio, Montelongo, Santa Croce di Magliano, Guglionesi, Petacciato, Portocannone, Ururi e altri comuni del Molise o dalle Camere di commercio e amministrazioni provinciali di Campobasso e Isernia; da Massalubrense e San Lorenzello in Campania o da Imperia in Liguria, dalla Toscana, dalle Marche,  dalla vicina Puglia, e, perfino da Seneghe nel Montiferru in Sardegna.
E, poi, dall'Umbria guidati dal sindaco di Trevi, Carlo Antonini, che, poche ore dopo verrà applaudito Presidente dell'Associazione Nazionale Città dell'Olio.
Un applauso caloroso davanti a testimoni d'eccezione, l'allora parlamentare molisano, il giornalista Federico Orlando, per l…

Premio Goccia d’oro 2016, la Riserva di Alessia, l’olio Bio/ Dop di Alessandro Patuto, bissa la vittoria dello scorso anno

Immagine
L’Olio extravergine di oliva biologico e dop, la “Riserva di Alessia” di Alessandro Patuto, torna al Premio Goccia d’Oro 2016 e bissa il successo dello scorso anno nella categoria BIO/ DOP con il riconoscimento di migliore olio da parte della giuria composta dagli assaggiatoriprofessionistie da quella degli allievi dell’Itas della Casa Circondariale di Larino.
Un bel successo per un olio giunto al suo secondo anno di produzione che Alessandro Patuto ha voluto dedicare alla sua bambina Alessia. Un olio della varietà “Gentile di Larino” prodotto nell’azienda di famiglia situata nella bella Contrada Acquara, a 300m s.l.m., in quel mare di olivi che circonda il centro storico della capitale dei Frentani.
Olio fruttato medio, dolce e avvolgente, caratterizzato da note di vegetali di carciofo, lattuga. Netti sentori di menta e salvia. Abbinamenti eccellenti con marinate di tonno, insalate di crostacei al vapore, pesce lesso o gratinato, zuppe di farro, pinzimonio e carni bianche e rosse alla …

L’OLIO DI FLORA, il miglior olio biologico del Molise

E’ il Premio “Goccia d’Oro”, promosso dall’Arsarp e giunto alla 13a edizione, che ha espresso questo giudizio così importante con le tre giurie del concorso, quella degli alunni della 4a B della scuola elementare Novelli di Larino; quella degli studenti dell’Ist. Agr. Sezione Casa Circondariale di Larino e quella degli assaggiatori professionisti componentidel Panel test (il secondo riconosciuto in Italia), che ha sede nella città della varietà più diffusa del Molise “Gentile di Larino”, già capitale dell’antico popolo frentano e culla, 1994, dell’Associazione Nazionale delle Città dell’Olio.

Nonostante l’anno terribile dell’olio, con un calo generalizzato di produzione in Italia e nel mondo e l’attacco diffuso della mosca dell’olivo che ha intaccato la qualità, oltre che la quantità, al Concorso riservato ai migliori oli molisani, hanno partecipato ben 55 oli, a dimostrazione della professionalità degli olivicoltori di una Regione che ha segnato, con l’olio di Venafro – il più famoso …

Un altro "miracolo" dell'olio di oliva

Immagine
Arriva dall'India la bella notizia che l'olio di oliva, extravergine e vergine, può aiutare i cittadini di questo grande Paese a difendersi dal crescente inquinamento da mercurio, i cui effetti sono tumori, malattie cardiovascolari e renali, disturbi psichiatrici, problemi alla vista.

Sono i risultati di una ricerca di Manna e altri, pubblicata su Journal of Nutrition e Food Sciences.

Questi ricercatori hanno individuato nella forte presenza di antiossidanti fenolici, già noti per i loro effetti benefici sulla salute umana, in particolare l'Idrossitirosolo (HT), un antidoto efficace contro la tossicità indotta dall'esposizione al mercurio.

La coltivazione di olive è recente in India ed è tutta concentrata nei territori del Rosasthan e Himachal Radesh.
Si spera in una crescente produzione di olio di oliva per una diffusione più ampia del suo consumo grazie al minor costo di fronte all'olio di oliva importato.

fonte OliveOilTimes

Medaglia d'argento di BIolNovello a L'Olio di Flora "Gentile di Larino"

Immagine
Nell'anno terribile dell'olivicoltura italiana e molisana, L'Olio di Flora partecipa al primo concorso in programma in Italia, BiolNovello 2016, e non perde il gusto di entrare tra i finalisti (57), conquistare la medaglia d'argento e rappresentare l'olivicoltura molisana a una competizione di livello internazionale. Grande la soddisfazione de La Casa del Vento per questo primo riconoscimento, annata 2016, a un impegno non facile qual è quello di assicurare la qualità a una clientela affezionata a L'Olio di Flora, che è di grande stimolo a fare sempre più e meglio La Casa del Vento
di Pasquale Di Lena
C.da Monte, 148 - 86035 Larino (CB) - ITALIA
         Tel. (0039) 0874 1862107 - Mob. (0039) 335 8169881
                    casadelvento@hotmail.it - pasqualedilena@gmail.com 
È, con i suoi ulivi “Gentile di Larino”, su un dolce colle, a 500 m s.l.m., non lontano dalla cima de “il Monte”. È la casa che domina, con lo sguardo a 360°, il Molise, un territorio vasto d…

UN NO PER UN SI’ AL FUTURO

UN NO PER UN SI’ AL FUTURO
Comprendo benissimo la delusione, mista a risentimento, di quelli che hanno sostenuto con forza le ragioni del Sì, in particolare quelli che hanno visto e vedono in Renzi il nuovo messia.
Sono uno di quelli che ha votato No a una “porcata”, qual era la riforma della Costituzione, e, nella stessa misura, alla propaganda, davvero noiosa, del “cambiamento”ritmato da Renzi e i suoi seguaci. Il “cambiamento” di “sblocca Italia” che ha messo in mano a petrolieri e avventurieri i nostri territori; quello del “Job act”e dell’attacco al mondo del lavoro e, soprattutto, alle nuove generazioni; della ri-privatizzazione dell’acqua e della privatizzazione della Sanità, dello svuotamento di contenuti della scuola e dell’Università (salvo quelle private). Soprattutto la privatizzazione dei beni comuni, in particolare del territorio, con i suoi valori e le sue risorse, prima fra tutte la Terra fertile e la riduzione delle possibilità di coltivarla per avere la prima e sola en…

CAMPAGNA OLEARIA 2016/17, MINOR PRODUZIONE OVUNQUE DI OLIVE E DI OLIO

Immagine
Sono dati diffusi dal Consiglio oleicolo internazionale (COI) che prevede una produzione mondiale di olio pari a 2,713,500 (14% in meno rispetto alla stagione precedente ).
1.923 milioni di tonnellate (-14%) dei quantitativi sopra riportati, provengono dai paesi produttori europei (-17% rispetto all'anno precedente ).
In particolare, la Spagna avrà una produzione stimata di 1.311.300 t. (-6%), Seguita dalla Grecia con 260.000 t. (-19%); L'Italia, con 243.000t (- 49%); e Portogallo, con 93.600 t. (- 14%).
Un calo generalizzato anche nell'area del Mediterraneo: Tunisia, con 100.000 t. (-29%); Marocco, con 110.000 t. (-15%); Algeria, con 74.000 t (-11%); Jordan, con 23.000 t. (-22%); Libano, con 20.000 t. (-13%); e Argentina e la Libia, con 15.500 t. (-18% E-14%, rispettivamente). Fanno eccezione: la Turchia 177.000 t. (+ 24%); Egitto, con 27.000 t. (+ 8%); Israele, con 16.000 (+ 7%); e l'Albania, con 11.000 t. (+ 5%).
Sempre secondo il COI anche il consumo mondiale di…

Riflessioni in Pellicola

Evento della Condotta Slow Food Galdina per il Terra Madre Day

8 - 9 - 10 Dicembre L’evento vuole festeggiare il Terra Madre Day in tre serate di conferenza, dibattito, degustazione e proiezione di pellicole legate al mondo agricolo. Il programma dedicato ai soci Slow Food e ai futuri soci, vuole affrontare da punti di vista diversi il mondo dell’agricoltura e della produzione agroalimentare che sempre è legato a territorio e persone, alla comunità.
L’evento con inizio alle 18.00 avrà sede nei comuni di San Giovanni in Galdo e Campodipietra (CB) e vedrà la presenza di importati relatori affiancati da produttori locali che, portando la loro esperienza, rafforzeranno l’importanza del legame tra l’uomo e la sua terra madre. Gli incontri mirano a fornire degli spunti da cui poter far ripartire le nostre comunità agricole, attraverso la conoscenza, il dialogo e la proposta di nuovi focus sul benessere di territorio e persone.
Una piccola degustazione guidata legherà i temi delle conferenze…

EXTRAVERGINE – LA BUONA VITA, il gusto per la salute e la bellezza

Immagine
E’ il titolo di un bel libro, fresco di stampa, pubblicato
da Codicermes Editore Bologna, a cura di Daniela Utili.
Un libro dedicato a un personaggio del mondo dell’olivicoltura,
Antonio Ricci, persona gentile, squisita; giornalista stimato e conosciuto, da poco scomparso, ritenuto uno dei promotori
del libro, alla sua prima edizione, nonché coautore di uno
degli otto capitoli che compongono il libro. Con lui altri sei autori: Barbara Alfei, l’anima della Rassegna Nazionale degli oli
monovarietali e del grande concorso nazionale di potatura a vaso polifonico; Giovanni Larker, chimico, docente in varie facoltà
di Agraria, da Udine a Bologna, Firenze; Giuseppe Caramia,
medico e scienziato della nutrizione, presidente della società internazionale“Olio di oliva e salute”; Stefano Cerni, esperto
di analisi sensoriale, enogastronomo, capo panel Coi; Lorenzo
Cerretani, oleologo,ricercatore, autore di numerose pubblicazioni scientifiche riferite all’olio; Daniela Utili, naturopata, giornalista…

L’OLIVO E IL SUO OLIO, UNA VALIDA CURA PER IL CLIMA SEMPRE PIU’ MALATO.

Immagine
Alla COP22, la Conferenza delle parti della Convenzione quadro delle Nazioni
unite, che c’è stata in questo mese di novembre a Marrakech, in Marocco, per
dare seguito alla conferenza sul clima di Parigi dello scorso anno, l’olivo
con il suo olio extravergine e vergine, è stato, grazie al COI, Consiglio
Oleicolo Internazionale, un grande protagonista per i suoi benefici effetti
sul clima.
A dimostrare gli interessanti
risultati di una ricerca c’era
l’agronomo Franccesco Serafini,
capo del Dipartimento D del COI,
l’Istituzione massima dei paesi
olivicoli. Risultati riferiti agli effetti
positivi della produzione di olio.
Un bilancio fortemente attivo visto
che il chilogrammo e mezzo di CO2
necessario per la produzione di
un kg di olio, viene compensato
dal prelievo dell’oliveto
dall’atmosfera di ben 10 Kg.di CO2.
Uno straordinario contributo alla necessità di mitigare gli effetti nocivi
del gas serra nell’atmosfera. Basta un oliveto semi-intensivo, curato con
le buone pratiche agricole, …

I promoter degli oliveti superintensivi in Italia

Immagine
Quali e quanti risultati hanno portato, per i redditi degli agricoltori, le soluzioni delle grandi multinazionali? Meno pubblicità e più dignità al ruolo che deve svolgere, se si vuole davvero dare basi e forza all’olivicoltura di domani
Quello che dà fastidio dei sostenitori degli oliveti super intensivi è che si trasformano – non so quanto a loro insaputa – in veri e propri promotori pubblicitari di queste nuove forme d’impianto.

Raccontano – lo sottolineano con forza – che danno qualità e, con essa, anche più quantità; permettono la piena meccanizzazione e una riduzione della presenza dell’uomo; danno una sicura risposta di reddito all’olivicoltore, che, suo malgrado, fino ad ha subito lo strapotere degli altri interlocutori componenti della filiera dell’olivo e dell’olio.
In pratica dicono le stesse cose che sono state dette tutte le volte che una multinazionale ha pensato di promuovere i suoi semi, le sue varietà, i suoi antiparassitari, i suoi veleni e i suoi servizi, grazie a mac…