15 febbraio 2013

I MISTERI DEL VINO

di pasquale di lena
 

Un'altro bellissimo pomeriggio all'insegna della degustazione del vino organizzato dalla Scuola del Gusto nella sala del Convitto dell'Istituto Tecnico Agrario Statale "s. Pardo" di Larino. Protagonisti due pilastri dell'ASPI, l'Associazione della Sommellerie professionale italiana,  Celeste Di Lizio e Rudy Rinaldi, pruripremiati per la loro grande professionalità in un campo che ha sempre più successo.
Il vino è un mondo ricco di misteri che si raccolgono nella luce che si riflette nel bicchiere, nel profumo e nel sapore ed è la scoperta di questi misteri il fascino della degustazione, una vera e propria arte che ha bisogno della memoria e di allenamento per potersi esprimere al massimo oltre che di cultura, per andare alla scoperta dell'origine del vino e dare al vino il compito che ad esso maggiormente spetta che è quello di dare ordine alla sequenza dei piatti per legare insieme , così, esaltare, i diversi sapori.

Imparare l'arte della degustazione per esprimere il giusto abbinamento e dare a un pranzo o a una cena la corretta armonia.
Come sempre molto attenti i partecipanti al corso che vede protagonisti i vini molisani delle Cantine Terresacre di Montenero di Bisaccia, Borgo di Colloredo e Di Majo Norante di Campomarino, Angelo D'Uva di Larino e Cipressi di San Felice del Molise insieme con l'"azienda che fa viaggiare il Molise, l'Atm.


Puntuale e attento come sempre il coordinamento dell'ideatore della Scuola del Gusto, Sebastiano Di Maria che si avvale della collaborazione dell'Associazione degli ex Allievi e della Direzione dell'Istituto "S. Pardo". 

Nessun commento:

Posta un commento