TRIGLIE CON LA MOLLICA DI PANE ALL'ARANCIO

Un piatto facile da farsi e anche veloce se il pescivendolo ha avuto la bontà e il tempo per pulirtele delle interiore e delle squame.
 


 
Pulite e lavate le triglie, soprattutto di Termoli, che a noi piacciono particolarmente, o di quel piccolo golfo che da Punta Penne chiude, con al centro le Isole Tremiti, a Rodi Garganico, vanno lasciate cadere lentamente in un tegame con il fondo appena unto di buon olio extravergine di oliva.
 
Mollica di pane di giornata ben sminuzzata e il succo di due arance di Ribera dop (ci piace citare una dop che è una valida testtimone del paese di un vecchio e caro amico, Andrea, che vive a Firenze)sul manto di triglie. Coprire e far cuocere lentamente fino a quando non senti salire quel filo sottile di profumo che ti apre alla fame.
Buon appetito



 


Commenti

  1. Che Bontà! Pasquà nun c'e' provocà!
    P. Gianquitto

    RispondiElimina
  2. Buone ma molto buone
    Penso di inserirle in menù
    Complimenti Ubaldo
    P.S
    Dovresti inserire le ricette aon modalita di stampa

    RispondiElimina
  3. é un onore per me. Non pensavo distimolare il titolare di un famoso ristorante di Padova "Donna Irene" che ha in menu L'Olio di Flora.
    pe ril P.S. non so che dire. Riesco appena a postare e mi sento un grande. Di più non so

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Oleocantale, la componente fenolica dell'olio extravergine che distrugge le cellule tumorali.

Onore all'Università del Molise e a due suoi ricercatori, i proff. Biagi Angelo Zullo e Gino Ciafardini

Il Comitato Scientifico del Biodistretto Laghi Frentani ha scelto il Dr. Pasquale Di Lena come suo coordinatore.