Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2011

Bombardare la Libia? Insensato, inutile e inconcludente

L'Italia deve aiutare il popolo libico a liberarsi dalla doppia morsa di Gheddafi e della guerra. Perché non attivare subito la missione europea Eufor Libia?

da Greenreport
Flavio Lotti, coordinatore nazionale della Tavola della pace

La decisione dell'Italia di partecipare attivamente ai bombardamenti in Libia è insensata, inutile e inconcludente. Se è vero che ci sono già dodici paesi che bombardano la Libia, che senso ha che lo faccia anche l'Italia? Qual è il valore militare aggiunto di questa decisione? E poi: bombardare chi? Bombardare cosa? Di quali obiettivi mirati stiamo parlando?

40 giorni di bombardamenti non hanno impedito l'assedio e il massacro di Misurata. Quanto tempo deve passare ancora prima che il mondo decida di cambiare strategia? Dov'è finita la coerenza con la risoluzione dell'Onu 1973 che al primo punto chiede a tutti di operare per "raggiungere l'immediato cessate il fuoco e la fine di tutte le violenze e gli attacchi contro i civil…

INTELLIGENTIBUS PAUCA

Immagine
da ZACC BELINA


Zacc- la Russa “Pronti a colpire”

Bélina – E vai! Finalmente è guerra

Zacc- E Bossi?

Bélina- Bossi “capirà” ha detto il capo. Siccome Bossi non è Gasparri, vedrai, dirà sì dopo aver chiesto un altro pezzetto dell’Italia in cambio.

W IL 25 APRILE

da ZACC&BELINA



ZACC- domani festeggio prima l’anniversario della Liberazione e poi la pasquetta per far dispetto a quelli della maggioranza che dicono di vergognarsi dell’ANPI

BELINA – anch’io. Intanto io mi iscrivo telefonando allo 06.32212345, fax, 06.3218495° scrivendo a: Associazione Nazionale dei Partigiani d’Italia, via degli Scipioni, 271-00192 Roma – e mail info@anpi.it



I L PENSIERO UNICO

Immagine
Zacc – Se non ci fosse Masi sarebbe una buona Pasqua

Bélina – il suo padrone è per il pensiero unico, formato Gelmini o Gasparri.


Italia Dop sempre più tipica

Immagine
Il riconoscimento alla Formaggella del Luinese e alla Farina di castagne della Lunigiana. Lombardia e Toscana si attestano al terzo e al quarto posto tra le regioni italianedi Pasquale Di Lena

È un quadro in continuo movimento quello delle eccellenze agroalimentari certificate, con le due ultime Dop riconosciute:
1. “Formaggella del Luinese“. Vede come territorio di origine quello di 70 Comuni sparsi sulle Prealpi Varesine, lungo i confini con la Svizzera, che contornano il Lago di Varese, quello a forma di scarpa, ombreggiato dal Monte Rosa. Va ad aggiungersi agli altri due formaggi a base di latte di capra riconosciuti (il “Canestrato di Moliterno” Igp, in provincia di Potenza e Matera, in Basilicata e la “Robiola di Roccaverano” Dop in provincia di Alessandria ed Asti, in Piemonte). È un formaggio delicato a pasta semidura, bianca, che ha origine lontane nel tempo e ben presente sulla tavola delle famiglie di questo vasto territorio, tanto da condizionarne la gustosa e ottima cucina …

Il mondo del vino si gioca tutto

E’ necessario allargare la base produttiva, anziché ridurla. Per affrontare le nuove sfide, ci vogliono idee e progetti mirati. E uno stop alle mode. Se al Vinitaly ci si è galvanizzati per il successo dell’export, in realtà occorre far ritornare il vino bevanda di tutti i giorni nel mercato interno. In poco più di trent’anni si è ridotto di due terzi il consumo pro capite degli italianidi Pasquale Di Lena



Avere fiducia e sperare è una risorsa straordinaria per andare avanti. Pensare positivo è una forza per non cedere al primo ostacolo, ma soprattutto per sopportare i momenti difficili come sono quelli che vive il mondo dalle patacche e dalle bolle scoppiate nel 2008.

È importante sapersi piegare come il giunco quando c’è la piena per poi risollevarsi al primo sole. Senza, però, esagerare.

Mantenere i piedi per terra e avere sempre chiara la strada che serve per raggiungere i traguardi possibili da raggiungere, senza illusioni che possono diventare fonti di errori difficili poi da recup…

OGGI E' L' EARTY DAY, IL GIORNO DELLA TERRA!

Immagine
CARI AMICI E COMPAGNI,
si celebra oggi in 192 paesi nel mondo l'Earth day 2011, la giornata mondiale dedicata alla salvaguardia delle risorse naturali della Terra.
Un giorno speciale per ricordare che il consumismo e lo spreco si stanno mangiando questo nostro pianeta e che il neoliberismo non è una inversione di tendenza, ma la continuità di uno sviluppo che ha mostrato tutto il suo fallimento e che costa e costerà ai Paesi poveri, ai poveri ed a chi vive del proprio lavoro e non di profitti, lacrime e sangue, ancor più alle nuove generazioni.
Per ripensare la Terra nel segno di un rispetto profondo per i suoi valori e le sue risorse, di un’economia che abbia al centro l’ambiente e il paesaggio c’è bisogno di una nuova cultura essenziale per dar vita e forza ad una politica nuova che guarda all’individuo, all’uomo che ha la responsabilità dei disastri che registriamo, ma anche- io ci credo- la capacità di risolverli nel momento in cui si rende libero.
Libero di tornare ad essere prot…
MORTI DI FAME
Zacc – stanno vedendo come annullare il referendum.

Bélina – le basi della democrazia. 100 miliardi di euro da spartirsi sono soldi anche per quei morti di fame delle multinazionali che hanno milioni di servi da pagare in Italia e nel mondo.

IL POPOLO

Zacc – stanno vedendo come annullare il referendum.

Bélina –te lo dice una pecora: il popolo per questi signori è un contenitore di pecoroni e non di cittadini.

UNA VOLTA BASTA

Immagine
da ZACC&BELINA

Zacc -"Se i pm dovessero prelevare – ha detto- mi spolperebbero, mi toglierebbero le aziende, dovrei lasciare l'Italia”.

Bélina- ora capisco perchè la figlia di Craxi ha preso le distanze. Ancora ad Hammamed? No!

UN GIOCO CHE INCANTA SOLO GLI SPROVVEDUTI E I FANS

Leggendo qua e la' n. 169 -
C’è un gioco, quello delle tre carte, che tutti dicono di conoscere, sempre in voga, che continua a rubare soldi al popolo dei masochisti che hanno gli occhi chiusi da fette di prosciutto magro che stenta a sciogliersi come succede alle fette di lardo con il primo caldo.
Un gioco che ha bisogno di poche cose: un tavolino volante, tre carte, abili mani e volti di gente per niente raccomandabile. Ma la cosa più importante per iniziare e avere la possibilità di successo, lasciando pulite le tasche dei malcapitati, è la presenza di due, meglio tre, compari, cioè di quelli che devono fare da spalla a chi continua a ripetere “questa è la carta che vince, questa è la carta che perde, punta signore, punta…” e a far saltare sul tavolinetto improvvisato le tre carte leggermente curvate, come a dare l’impressione che qualcuna è segnata. Il primo compare punta e poi punta anche il secondo, mentre il terzo sta lì, scettico, a dimostrare che è una fregatura. Uno dei d…

METTO LA MIA FACCIA- appello de l'Asino

Immagine
SONO QUESTE LE NOSTRE FACCE E NOI CE LE METTIAMO PER DIRVI CHE NON C’E’DA AVER PIU' PAURA. NON CI FA PAURA BERLUSCONI, MA PENA CON QUESTO SUO DILUVIO DI VERGOGNOSE IDIOZIE EVERSIVE GRAZIE ALLE QUALI RISCHIA DI PERDERE LE PROSSIME AMMINISTRATIVE. PER LA VERITA’ CI FA PAURA BERSANI CHE, GIOCOSAMENTE, LE DEFINISCE " STUPIDARIO QUOTIDIANO ". NONOSTANTE QUESTA OPPOSIZIONE COSI' LIEVE NOI DICIAMO CHE BERLUSCONI NON RIVINCERA' MAI PIU’ LE ELEZIONI.

E CIO' CHE CI FA DIRE CHE NON C’E’ DA AVER PAURA, MA NAUSEA!

P:S: SE QUALCUN' ALTRO CI VUOL METTERE LA FACCIA, CON NOME E COGNOME, MI MANDI LA SUA FOTO. LA PUBBLICHEREMO!

ELSA MORANTE 1945

"Il capo del Governo si macchiò ripetutamente durante la sua carriera di delitti che, al cospetto di un popolo onesto, gli avrebbero meritato la condanna, la vergogna e la privazione di ogni autorità di governo.

Perché il popolo tollerò e addirittura applaudì questi crimini?

Una parte per insensibilità morale, una parte per astuzia, una parte per interesse e tornaconto personale. La maggioranza si rendeva naturalmente conto delle sua attività criminali, ma preferiva dare il suo voto al forte piuttosto che al giusto.

Purtroppo il popolo italiano, se deve scegliere tra il dovere e il tornaconto, pur conoscendo quale sarebbe il suo dovere,
sceglie sempre il tornaconto.

Così un uomo mediocre, grossolano, di eloquenza volgare ma di facile effetto, è un perfetto esemplare dei suoi contemporanei.

Presso un popolo onesto, sarebbe stato tutt'al più il leader di un partito di modesto seguito,un personaggio un po' ridicolo per le sue maniere, i suoi atteggiamenti, le sue manie di grandezz…

da ZACC&BELINA

PAZZI E NORMALI

ZACC- purtroppo l'opposizione è fatta da chi in passato ha sposato un'ideologia che per le persone normali – ha detto - è la più disumana e criminale della storia dell'uomo, cioè il comunismo".

BELINA- è una sua vecchia fissazione, da quando gli hanno raccontato che il fascismo e il nazismo erano ideologie per persone strane

I FANS
ZACC- è riuscito a raccontare al meeting tutte le balle che ha detto negli ultimi anni.

BELINA- lo fa perché qualcuno gli metta la camicia di forza. Ne ha bisogno ma non sa che i suoi fans lo ritengono normale.

PUNTI DI VISTA
Zacc- dopo tutte le gravi parole che ha detto al meeting del Popolo delle sue libertà, uno gli ha gridato “sei bello”

Bélina- quando la passione è cieca e il cervello non funziona

L’asse agroalimentare? E' tutto imperniato sul turismo

Immagine
I primi segnali già a metà degli anni Ottanta. Ora l’intesa tra i ministri al Turismo e alle Politiche Agricole Brambilla e Romano, dopo la firma dell’accordo al Vinitaly, se attuata, si potrà trasformare in una strategia di marketing essenziale per il futuro dei territori, soprattutto delle aree interne e del Sud

Un protocollo, quello sottoscritto dai Ministri del Turismo e dell’Agricoltura, che prevede la costituzione di un comitato di esperti e la messa a disposizione di risorse che, per ora, sono solo sulla carta, nel momento in cui il neo ministro Saverio Romano pensa di impiegare 500 milioni di euro di risorse non spese dalle Regioni e il ministro Maria Vittoria Brambilla parla di recuperare finanziamenti previsti per altri interventi e, quindi, non ancora certi.
Una notizia importante, però, quella dell’annuncio e della sigla dell’intesa tra due comparti, ancora separati, che, grazie al territorio, hanno tutto per stare insieme e vivere il più naturale degli incontri. Un matrim…

QUANDO LA SCIENZA NON RACCONTA LA VERITÀ

Immagine
da ZACC&BELINA
Zacc - E' un tema complicato - ha spiegato Comin delle pubblicazioni esterne dell’Enel - la tragedia giapponese ha attivato un'emozione nell'opinione pubblica
Bèlina – Chissà qual’è stata l’emozione del prof. Veronesi, il nostro grande scienziato che ha sposato, solo per amore sia chiaro, gli ogm e il nucleare!

QUAQUARAQUA'

Immagine
Questi sbalzi improvvisi di temperatura non portano bene alla salute. Basta davvero poco per ammalarsi e ritrovarsi con una bronchite o polmonite e, quando tutto va bene, con qualche dolore alle spalle che comunque lascia un po’ di preoccupazione. Un problema che riguarda non solo le persone, ma anche le piante e gli animali. Ci vuole niente per ritrovarsi, come olivi colpiti dal gelo e dalla grandine, sofferenti in attesa di sostituire le parti morte con nuovi germogli che - come gli esperti sanno - porteranno a salvare la pianta, ma non il raccolto, almeno per i prossimi due anni. Un danno questo per Larino che ha nell’olivo la sua fonte di paesaggio e di ambiente, di storia e di cultura e di tradizioni. Un danno per tutto e per tutti che non è facile prevenire soprattutto quando si esce fuori sudati dalle lunghe e, spesso, perdenti discussioni nelle sedi rianimate, per la bisogna, dai partiti che si risvegliano in prossimità di una campagna elettorale. Un confronto per il rinnovo …

ZACC&BELINA

Immagine
La mania

Zacc- “Mai detto che Alfano è il mio successore”

Bélina - Quelli che si credono re sono solitamente dei lunatici bugiardi circondati da servi imbecilli


LA VITTIMA

ZACC- La lista di Formigoni vittima dei magistrati milanesi

BELINA- Berlusconi si incazzerà a sapere che non è il solo

LA VOGLIA DI DARE

Immagine
Leggendo qua e la' n. 167 - Ci chiedono a noi vènti di schierarci per la prossima campagna elettorale, ma noi, come si sa, siamo da sempre schierati e non abbiamo alcuna possibilità di cambiare direzione all’ultimo momento. Altrimenti rischiamo di confonderci con gli altri e ciò creerebbe un caos della malora che rivoluzionerebbe la natura, le stagioni, i tempi e i modi delle procreazione.
No, la possibilità di diventare favonio o grecale, nel momento in cui siamo bora, non ci è proprio dato, né concesso.
Non ce l’abbiamo con i nostri amici, anzi, li rispettiamo e li vogliamo bene perché li conosciamo e sappiamo che sono sapienti e capaci nel loro ruolo di soffiare sempre nella direzione, la solita, che hanno avuto in dote da madre natura.
Il rispetto dei ruoli e la coerenza hanno un valore che ci porta a godere questo primo caldo sole ed a vivere il risveglio della natura con il filo d’erba che cresce e sale e le minute foglie che rivestono i rami.
La primavera è, per noi, un grande …

W LA TINTILIA, W IL VINITALY

Immagine
Vinitaly 2011 Sarà la Tintilia, questo grande vino al femminile come la Barbera, oggi tutto e solo molisano con il suo riconoscimento Doc, il protagonista assoluto del Vinitaly 2011, la più grande manifestazione fieristica in Italia, seconda a poche altre al mondo, dedicata al vino. Una straordinaria vetrina che ha contribuito, insieme alla Enoteca Italiana a diffondere in Italia e nel mondo l’immagine di qualità della vitivinicoltura italianasi apre oggi per chiudere lunedì. È la 45ª edizione quella che si apre oggi, per chiudere lunedì 11 aprile, con oltre 4mila espositori, registrando il tutto esaurito, su più di 92mila metri quadrati netti di superficie espositiva. Vinitaly, come sa chi ha avuto modo di frequentarla e viverla come noi per tante edizioni, è anche e da sempre, l’occasione per fare il punto sul “sistema vino” con incontri e confronti, dibattiti, presentazioni di ricerche ed analisi, scambi di opinioni tra esperti e mondo della produzione. L’occasione per avere nelle…

E’ MARCHIGIANO IL MIGLIORE POTATORE DI OLIVI D’ITALIA, MENTRE E’ MOLISANO DI LARINO IL MIGLIORE DEI GIOVANI.

Immagine
Non sono io ma un Pasquale Di Lena che ha solo 16 anni e frequenta, come è stato per me tanti anni fa, l’Istituto Tecnico Agrario di Larino, il protagonista del recente Campionato Nazionale di Potatura, colui che ha tenuto alto, con il premio speciale riservato al più giovane, la grande tradizione larinese e molisana nel campo della potatura. Un palmarès di tutto rispetto con una serie di medaglie nel corso di questi anni, in particolare quelle del plurivincitore regionale, Giovanni Vizzarri, in un campo che è fondamentale per il successo di un oliveto, il reddito dell’olivicoltore e la qualità dell’olio. Il campionato Nazionale di potatura dell’olivo a vaso polifonico,che quest’anno si è svolto in Sardegna, ha incoronato vincitore, tra i 60 concorrenti di 14 regioni, il marchigiano Tiziano Oleandri. Il Molise si è fatto onore, come dicevamo, con la consegna del premio speciale al giovanissimo Pasquale Di Lena, che si era messo in luce con la conquista del 4° posto al recente Campion…

Casa Italia, il successo di una formula

Immagine
Un punto di incontro e ospitalità, all’estero, intorno a una tavola imbandita con al centro una bottiglia di olio e di vino. Una nuova maratona in mome del gusto e delle bellezze del territorio italiano Quando siamo partiti abbiamo posto al centro le risorse e i valori che il territorio italiano esprime e abbiamo fatto bene perché tutto ha cominciato a ruotare intorno ad esso, senza perdere tempo. Lo spunto ce lo aveva dato Göteborg, là dove abbiamo incontrato per la prima volta Casa Italia Atletica ed avuto la possibilità di scoprire spazi enormi di opportunità, tutti incastrati tra le varie iniziative sperimentate sin dalla nascita di questa idea, che la Fidal ha fatto bene a trasformare in una casa itinerante dei suoi atleti e dei suoi dirigenti. Renderla,così, punto di incontro e di ospitalità intorno a un buffet, ricco di colori e di profumi, ed a una tavola imbandita, con al centro una bottiglia di olio e di vino. Il luogo delle riflessioni e del dialogo, ma anche della festa e…