IL NOSTRO OMAGGIO A SARAMAGO

NE' RAGLI NE' BELATI...SOLO UNA GRAN TRISTEZZA

di Zacc&Bélina

Zacc- mi ha colpito molto la notizia della morte di Saramago, il grande scrittore, Nobel nel 1998, quello censurato dalla Casa Editrice Einaudi della Mondatori e, quindi, di Berlusconi, per aver detto che “l’Italia è, oggi, governata da un delinquente…..un bubbone, una malattia del paese…..un uomo senza morale, capace di tutto…..con le sue proteste, significative del suo modo proprietario di pensare il Paese”. Aveva parlato anche di Bush come “un cow boy che credeva di aver ereditato il mondo e lo aveva confuso con una mandria di buoi…….questo bugiardo compulsivo”
Non ha risparmiato il PD e la sinistra che “non ha la più schifosa idea del mondo in cui vive. Della realtà che ci sta attorno” fermamente convinto che”Marx non aveva mai avuto tanta ragione come oggi…e che la democrazia non è una conquista garantita per l’eternità. Basta poco a perderla”. Un grande, che peccato che oggi sia morto!

Bélina – Zacc, uno così non muore mai, vuole solo, per una volta, anche lui il suo funerale

Commenti

Post popolari in questo blog

Tufara, l'olio, l'olivo e il sogno del domani

Olivicoltura, annata incerta Patuto: «Il clima può condizionarla»

L’Italia ha bisogno dell’olivicoltura e dei suoi preziosi oli